Imparare Giocando – contro lo spreco alimentare

Sabato ventotto ottobre l’Emporio della Solidarietà di Forlì-Bertinoro è stato visitato dai cuccioli del branco “Rupe Selvaggia” del gruppo scout “Forlì 13” (San Pio X), nel contesto di un progetto volto al contrasto dello spreco alimentare.

 I bimbi, presentandosi con quindici litri di latte generosamente donati all’Emporio, sono stati introdotti alla spinosa tematica nel modo, si spera, più consono alla loro delicata fascia d’età: il gioco. Divisi in tre “nuclei familiari” da cinque elementi ciascuno, i piccoli son stati chiamati ad un compito estremamente importante: calarsi nei panni di una famiglia bisognosa e, in un più che realistico “gioco della spesa”, utilizzare i punti mensilmente assegnati all’utenza dell’Emporio (da spendersi nell’arco di circa tre o quattro visite).

La componente del gioco di ruolo si è rivelata, come speravamo, il modo migliore per veicolare il messaggio: attimi dopo l’assegnazione delle parti, già gli scaffali dell’Emporio erano presi d’assalto dalle “famigliole” che, sotto l’occhio vigile dei loro giovani educatori, si consultavano su quali beni occorresse puntare al fine di garantire il sostentamento dell’intero nucleo!

 Al termine della spesa, i bambini son stati chiamati a giustificare in maniera cosciente le proprie scelte e, a smentita di qualsiasi scetticismo possibile, anche i beni apparentemente “di seconda necessità” e i pochi punti di spesa in più rispetto al previsto hanno trovato una sistemazione razionale all’interno del discorso dei cuccioli. Bene han fatto, acquistando anche quaderni ed altri beni di consumo durevole: han dimostrato capacità di programmare le proprie attività nel tempo, andando oltre l’immediato!

 La parte destinata al “fare informazione”, quella più didattica e frontale, è stata anche questa animata dalla viva curiosità e dalla frizzante presenza dei bambini: stimolati dai dati allarmanti dello spreco alimentare a livello industriale e domestico, sono intervenuti in gran numero con domande, opinioni e considerazioni personali. Partendo dallo spreco alimentare e dall’attività di raccolta e redistribuzione dell’Emporio, la curiosità dei bambini si è mossa in direzione delle diverse realtà di lotta contro la fame, l’indigenza e l’emarginazione presenti a livello diocesano.

Nel complesso, dunque, uno splendido pomeriggio di gioco, divertimento e coscienza civica!

 Sassi Gianluca